Chi siamo

CAMILLA

Sono Camilla, un’educatrice, un’idealista, un’attivista.

Lavoro da 20 anni con l’infanzia  e quello che posso dire è che quando sono con le bimbe e i bimbi so qual è il mio posto nella vita.

Ho lavorato prima come educatrice per bimb*, anche con gravi deficit neurologici, e poi con nuclei familiari a Bologna, città dove vivo con mio figlio. 

Da qualche anno lavoro autonomamente al progetto “Cargomilla” e seguo ogni anno quattro tra bimbe e bimbi in età da nido, costruendo insieme a loro e alle loro famiglie percorsi educativi di accompagnamento alla prima infanzia. 

Vivo le mie passioni civili, politiche e sociali come pratiche del quotidiano, ho il vizio di leggere e sono abituata ad approfondire gli argomenti che mi interessano. Per questo i miei valori sono ogni giorno dentro al lavoro che faccio: educazione di genere, educazione libertaria, educazione al rispetto delle differenze e alla consapevolezza di sé.

Insomma, con tutti gli errori del caso, credo in quello che faccio e provo ogni giorno a trasformare in fatti ciò in cui credo.

LUNA

Mi chiamo Luna, sono un’educatrice e vivo a Bologna con mio figlio. Nel corso degli anni ho lavorato in diversi nidi sia privati che comunali del territorio bolognese. 

Mi appassiona il ragionamento che dà vita ai pensieri, per questo amo la filosofia, e per questo ho deciso di studiarla a fondo, fino a capire che gli unici pensatori veramente liberi sono i bambini e le bambine, e che solo da loro nascono le visioni che possono cambiare il mondo. Così ho pensato che la cosa migliore che potevo fare era accompagnarli nel loro percorso

Per me il lavoro dell’educatrice ha sempre avuto anche un valore politico: riuscire ad offrire contesti adatti affinché le bimbe e i bimbi possano esprimere al massimo se stessi,  esercitare il proprio pensiero per diventare in futuro uomini e donne libere. E per essere all’altezza di questo scopo i contesti che offriamo devono essere aperti a ciò che ci circonda: al proprio territorio, all’altro, alla differenza e al valore che essa porta con sé.  “Cargomilla” fa di questi valori la base della propria esperienza  e sono felice di esserne parte.

ARIA

Mi chiamo Aria, sono nata e cresciuta in una piccola provincia umbra e ora vivo a Bologna, città natale dei miei genitori, con le mie figlie e il mio compagno di vita. 

Nasco come educatrice e successivamente seguo una specializzazione in Pedagogia. 

Da sempre sono attratta dalle storie dei bambini, delle bambine e dei loro genitori, luoghi preziosi, quanto delicati che necessitano di uno sguardo attento e preparato. 

Per questo mi impegno da sempre nell’ascolto attivo, nella cura e nell’accoglienza della famiglia e di tutte le persone che gli ruotano intorno, per assicurarmi che gli vengano dati l’attenzione, il sostegno, gli strumenti ed il rispetto necessari. 

Da qui nasce l’esigenza non solo di formare personale educativo di qualità ma anche la voglia di creare spazi accoglienti che sappiano occuparsi della famiglia in maniera non giudicante, accessibile, aperta al cambiamento e condivisibile. In questo processo mi sono sempre affidata agli insegnamenti della natura quale maestra di lentezza, bellezza, trasformazione e giustizia. In Cargomilla vedo la possibilità di contaminare la cittadinanza con una cultura dell’infanzia attiva e consapevole.

ANNA

Sono Anna, madrelingua Inglese, mamma di una bambina e di un bambino con cui vivo a Bologna da 7 anni.

Da quando sono nata ho avuto la fortuna di poter vivere e crescere in diversi paesi e grazie a questa opportunità ho sviluppato una passione per lo studio della lingua e l’insegnamento della mia lingua madre, da 14 anni infatti faccio l’atelierista della lingua Inglese in varie scuole di Bologna. 

Ho iniziato a lavorare come insegnante inglese nella nursery e kindergarden prima all’International school di Treviso e poi al Ponzano Children dove vengo introdotta al Reggio Children Approach. 

Credo che la lingua sia un prezioso strumento che ci permette di relazionarci con più persone e allo stesso tempo un’opportunità di entrare in contatto con gli usi, i costumi e le culture del mondo. Con Cargomilla vedo la possibilità di intrecciare ogni giorno la lingua Inglese, l’outdoor urbano e l’educazione di genere, portando in modo fluido e non strutturato suoni diversi e approcci diversi  nel quotidiano del mio lavoro.